Home > dispendi monetari incontrollati, mukkavacanze > WALK LIKE AN EGYPTIAN

WALK LIKE AN EGYPTIAN

Testa di profilo, occhio dritto, spalle e busto dritti, piedi di profilo.

Sono le basi per disegnare un corretto geroglifico, ci spiegava la nostra bravissima ed accorata guida durante la visita ad uno dei templi egizi a Luxor. Mai sbagliare!

Che, insomma, in vacanza non ci dovevamo andare. Volevamo devolvere le nostre (esigue) finanze in beneficienza a Dicembre a qualche tour operator che si occupa di Thailandia, ma non è stato fattibile. E allora partiamo ad agosto. Che con tutto questo caldo torrido ci vuole un pò di mare. E l’Egitto, si sa, è notoriamente un posto fresco. La minchia. Ma almeno era ventilato e si stava, devo ammetterlo, bene.

Destinazione Marsa Alam.

La mia prima volta in villaggio. 5* in hard all inclusive, il che non significa che avessimo i porno gratis ma che nel nostro trattamento erano compresi anche gli alcoolici (l’OPNM ancora non si è levato il braccialetto del vilaggio – detto il braccialetto del potere – perchè dice che almeno così può avere tutti gli alcoolici che vuole anche a casa).

Al secondo giorno guardavo le porte girevoli nell hall con la stessa brama con la quale un inquilino di Alcatraz guardava le porte del carcere.
Che si, è bello il villaggio. Il problema è che se esci in primis devi spiegare alla guardia, rigorosamente in egiziano, che cazzo vuoi andare a fare fuori che al massimo c’è qualche scorpione e un cammello selvatico e, secondo, una volta che sei fuori e sei in mezzo al deserto… che fai?

Il terzo giorno escursione, quindi, devo ammettere, la mia brama si è placata. Tempio di Habu, colossi di Memnon, Valle dei Re, tempio di Karnak e tempio di Luxor, con annessa minicrociera sul Nilo. Decisamente una bella giornata, interessante ed acculturante. E ho anche imparato come si fa il papiro. Quindi se vi serve del papiro fatto in casa fatemelo sapere!

Poi fortunatamente abbiamo scoperto che con ben 5€ a cucuzza si potva andare nell’artificialissimo paese di Port Gahlib. “Escursione” che il tour operator ti proponeva x 18€ a cranio.
Che, insomma, era carino, ma era falsissimo tanto che pareva di essere a Serravalle Scrivia per intenderci. Però era fuori dall’albergo. E c’era il porto e i locali e, soprattutto, i negozi.

Che io sono una figa. Io riesco a fare shopping anche in condizioni estreme. Cioè… prova tu ad accontentare tutti i venditori che ti invitano nella botteghina, dicendo si a tutti. L’OPNM voleva morire. Ma io sono gentile. E le 4827 pashmina che ho portato a casa sono valse la fatica.

Per non parlare del mio fighissimo (e tarocchissimo) orologio giallo. Che sembra essere l’orologio dell’estate 2012 ma, sailcazzo, io non sapevo nemmeno che esistesse. Però era giallo. E mi piaceva. E bon.

Si dai, tutto sommato devo ammettere che è stata una bella vacanza.

E c’erano le farfalle e i geki. E se ci sono i geki vuol dire che è un bel posto.

 

Annunci
  1. 8 settembre 2012 alle 3:44 pm

    che splendore l’egitto, ci sono stata in viaggio di nozze…. ora che ci penso, sarebbe anche ora di ritornarci, sul Nilo…… la crociera è stupenda!!!!!!!!!!!

  2. 10 settembre 2012 alle 10:54 am

    Finalmente un tuo post…!!!Lo sai quando scrivi è sempre un piacere leggerti!!
    Io solo Sharm e Il Cairo…posti meravigliosi ,relax assoluto e ho dovuto comprare un trolley economiciccimo ma fighissimo per il rientro per gli acquisti fatti!!!anni e anni fa!!E anche noi siamo rimasti altre 2 settimane col braccialetto sperando che funzionasse anche qui ma…niente…non ci capivano!!!

  3. fragolina74
    10 settembre 2012 alle 1:27 pm

    ci sono stata anche io…bello!
    è vero..quando esci dal villaggio entri in un altro mondo…fuori dal nostro villaggio (a pochi metri dal mio bungalow che era sul confine) la sera c’erano i coyote che ululavano!.. brrr
    anche io ricordo con un sorriso le contrattazioni di due ore in ogni negozietto visitato in paese… e l’ammasso di cianfrusaglie che mi sono riportata a casa al ritorno!!
    e il thè nel deserto, il giro sui cammelli, il karkadè bevuto nel bar sulla spiaggia mentre suonavano le preghiere della mecca e i camerieri si inginocchiavano a pregare..
    io però ho dovuto saltare la crociera sul nilo e l’escursione alla valle dei re un vero peccato

  4. 14 settembre 2012 alle 9:17 am

    Adoro l’Egitto. Mi piacciono meno le guardie alle porte che si fanno gli affari tuoi, impedendoti o quasi, di uscire e di impossessarti della tua libertà.
    Le pashmine però…. tanta robba! =))))

  5. 15 giugno 2013 alle 9:28 am

    Great blog here! Also your web site loads up very
    fast! What web host are you using? Can I
    get your affiliate link to your host? I wish my website loaded up as quickly as yours
    lol

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: