Archivio

Archive for the ‘corna muschiate dal nervoso’ Category

UN PAESE DEL CAZZO

Giro mattutino su Tgcom… parlano ancora di Melissa, la ragazza morta a Brindisi, tra i vari titoli leggo “La Sacra Corona Unita: noi non c’entriamo”. E’ un video dell’intervista alla moglie di un boss.

Non ci credo. Apro il video.

Premettendo che non esprimo il mio pensiero su chi sia il colpevole… ci sta che non siano stati loro… è che minchia! Ma esiste che mandi in onda l’intervista alla moglie di un boss mafioso?

Ma soprattutto, questa che dice “Non siamo stati noi (e ci può stare), noi abbiamo figli, nipoti, noi non facciamo queste cose!”

No cicciabella. Col cazzo. Voi le fate eccome! I bambini sciolti nell’acido? Quelli non valgono perchè è stata la mafia? Ah già siete cose diverse, voi siete brave persone… Mabbbbafanculo và!

Tu, e quelle teste di cazzo che ti hanno intervistata ed hanno anche avuto il coraggio di mandare in onda!

Solo in Italia si fanno ste merdate.

Sono sempre più convinta che la migliore soluzione, potendola mettere in pratica, sarebbe quella di levare le tende.

 

SFOGO

E’ un post triste, incazzoso, sconsolato e privo di speranze.
Se ne sconsiglia la lettura. A tutti. In generale.

Non è un bel periodo. Nulla di grave, sia chiaro, ma sto facendo tanta fatica. Il lavoro è la cosa che mi affatica di più. Non per quello che c’è da fare, ma per il fatto di dover lavorare in questo posto, dover fare quello che faccio, dovermi occupare di cose che assolutamente non sono di mia competenza.

Mesi fa, 5 mesi fa, ho fatto un discorso al BigBoss. Gli ho spiegato delle cose, le risposte che mi ha dato ve le ho dette. Speravo che qualcosa migliorasse, ma in verità è peggiorata.

Avete mai provato la sensazione di sentirvi sviliti per quello che fate? Io mi sento così.

Io la mattina mi sveglio e mi taglierei un braccio piuttosto che venire qui. E non perchè io non voglia andare a lavorare. Io non vogio venire QUI.

Ci sono tante, troppe cose che non mi stanno bene. E parlare con chi ha il potere non dico di cambiarle, ma almeno di sistemarle, non porta ad alcun risultato. E io ci sto male.

E mi sono rotta il cazzo.

E ancora di più mi fa girare il cazzo il fatto che, data la situazione di merda che c’è nel nostro paese, tocca pure che ringrazio perchè un lavoro ce l’ho.

E invece io non ringrazio. Perchè ho esperienza, sono capace, ho un curriculum con i controcazzi e non posso nemmeno lontanamente pensare di cambiare lavoro perchè, con i miei 30 anni, puzzo di maternità.

Chi la assume una che, secondo le statistiche, a breve figlia?

E io dovrei ringraziare per questo? Esattamente mi si spieghi per cosa cazzo devo ringraziare?

Perchè ho 9 anni di esperienza (solo qui) + un altro tot di anni in altre aziende, e mi ritrovo a dover fare i compiti della creatura del capo?

No, non farglieli fare. Farli io. Perchè la porta qui e me la sbologna che deve fare i compiti, ma poi va sempre a finire che i compiti li faccio io, che alle 18 vorrei anche uscire per tornare a casa.

Oppure devo ringraziare perchè mi occupo dei controlli della sua caldaia?

Per quale cazzo di parte devo ringraziare?

Io ringrazierei + volentieri perchè porto a casa uno stipendio che mi sono meritata lavorando per l’azienda e facendo quello per cui sono stata assunta.

Ci si lamenta della crisi. Si dice che tutti dobbiamo dare il nostro contributo… Poi una, cretina, ha delle idee, le sottopone a chi di dovere e, sistematicamente, cadono nel baratro… E non che non siano buone eh! La frase + comune è “Bella idea. Si, si può fare…”

Fine.

E allora? Come pensi di uscire dalla crisi se non prendi in mano la situazione?

E lo so da me che c’è chi sta peggio, chi non arriva a fine mese… Bene, quindi? Devo forse sentirmi mortificata perchè io a fine mese ci arrivo?

O è più mortificante che la ragazza che viene a fare le pulizie a casa mia, quando ha saputo quanto guardagno, mi abbia guardata con compatimento e mi abbia detto “ma con quei soldi lì come fai? Cosa ci fai con una cifra del genere?”

9 anni. 9 anni qui dentro e MAI un cazzo di riconoscimento. MAI.

Quindi, abbiate pazienza, ognuno c’ha i suoi problemi, ma io non ringrazio un cazzo di nessuno.

 

BRAINSTORMING…

Ieri sera sono andata a festeggiare la festa della donna con l’OPNM, Malefix e HelloPitty.

Siamo andati da Sofia, il nostro sushiaro di fiducia. Noi 3. HelloPitty ha mangiato a casa e ci ha raggiunti per il dolce. Sofia ci ha promesso l’all u can eat. Ma non avevano fatto bene i calcoli e sono rimasti senza riso pronto. Quindi abbiamo impiegato 2 ore in + del solito per mangiare. E Malefix si è risentito. Quindi ha deciso di fargliela pagare in termini di cibo. Credo che il cuoco, ad un certo punto, abbia pensato che eravamo in 12, anzichè in 3 a mangiare… E quando ce ne siamo andati non ci ha nemmeno offerto l’amaro come al solito… Quindi non siamo stati pienamente soddisfatti.

Ma era la giornata che era strana…

Cioè… La mattina, alle 7.45, appena uscita di casa, mi vedo passare C, la ex di Malefix, in bici, davanti a casa mia, proprio mentre pensavo a Malefix… Che pronto… cioè lei vive nel vecchio Mukkapazzaville… il DB è collocato all’estremo opposto del nuovo Mukkapazzaville… cazzo ci fai a quell’ora, in bici, lì, mentre io penso a Malefix?!!?!?

Poi ieri, giunti da Sofia, non facciamo in tempo a sederci che appare la Pigna. Una vecchia “amica” della Mukka. Con la quale la Mukka non parla più da circa 2 anni, dopo che lei si è rivelata la stronza che tutti sospettavano. Tranne la Mukka. La Mukka aveva le fette di salame dell’amicizia a coprirle gli occhi. Abbiamo bellamente finto di non conoscerci… Che roba brutta. Va beh.

E poi il riso che finisce dal susiaro.

E non vi narro la giornata lavorativa, che altrimenti il mio personalissimo mostro marino, quello che vive nel mio stomaco e si scatena all’occorrenza, mi si risveglia. E sono cazzi. Cioè… Ecco.

E poi ci sarebbe da parlare della mia scarsa, scarsissima pazienza e tolleranza nei confornti delle persone. Soprattutto di quelle persone che vengono qui, chiedono post, suggeriscono cosa scrivere… Ecco. A me queste persone fanno girare vorticosamente i coglioni. Perchè se apprezzo un “fedelissimo” del blog, ciò non significa che debba sentirmi cazziare se non ho una sega da dire o raccontare. Figuriamoci poi sentirmi dire “potresti scrivere di Magoo”. Mavvaffanculo và.
Ti ricordo, mio caro ex 13enne, che questa è CASA MIA. E a CASA MIA comando io. Quindi, leggi bene, se vieni qui, leggi, commenti e quant’altro mi fa piacere. Se devi scassare la minchia (non conosco un modo + fine per dirlo) io da oggi modero i commenti… Fai 2 + 2.

E poi tutto il resto che ho da raccontarvi non ve lo racconto, perchè le richieste mi fanno girare le palle. E mi passa la voglia.

Bon… Buon venerdì e buon week end.

CHI E’

Ok, collo e schiena bloccati e doloranti per un problema muscolare di non ben definita origine. 6 giorni 6 di malattia e tassativo riposo + 5 giorni 5 di muscoril 2 volte al giorno e antidolorifico all’occorrenza quando il dolore si fa ingestibile.
Niente palle di neve nè corse in mezzo alla neve con la Tenebra x il problema di cui sopra, visto che l’unica posizione che non mi fa vedere la Madonna è quella sdraiata. Manco seduta. No. Sdraiata…
E, dulcis in fundo, la caghetta…

Io voglio sapere chi è quel pezzodimmmerda che mi ha fatto la macumba. Avanti. Ditemelo!

IO E IL DIO DELLA NEVE ABBIAMO UN PROBLEMA

La mia richiesta era semplice. Semplicissima. Fammi scendere abbastanza neve da non permettermi di tirare su la macchina dal garage e, di conseguenza, potermi riabbitorzolare nel piumone con l’OPNM per poi dedicarci ad una mortale battaglia a palle di neve io, lui e la Tenebra.

Ma tu no, DDN, no, non mi hai ascoltata. Mi hai illusa con quei 4 fiocchetti del cazzo sabato sera, che già il sacro demone della neve si era impossessato di me e mi faceva sghignazzare felice, e poi più niente. Nemmeno un misero stratino bianco sottile sottile. E in Piemonte hai fatto scendere 30cm.

Ma si fa? Eh? Si fa?! Ti sembra un comportamento maturo e degno di una superpotenza come te?

Ti avevo anche promesso che avrei abbandonato FoxCrime per 2 giorni, ma tu niente. Niente di niente.

E allora sai cosa ti dico?! Che io di te non mi fido più. E che tu non sei un vero DDN. Perchè un vero DDN avrebbe esaudito le richieste di una delle sue più ferventi adepte. Invece tu no. Al massimo puoi essere un semidio. Forse.

Stronzo.

COSI’ NON VA

Antefatto: ad ottobre ci arriva la comunicazione che è stata nominato l’amministratore dall’impresa costruttrice. Nella lettera ci dice nome e cognome e che lo studio si sarebbe messo in contatto con noi quanto prima.

Antefatto n.2: i primi di dicembre giunge lettera dall’amministratore in cui ci dice, salve, sono l’amministratore datemi X euro che devo avviare il condominio.

La Mukka e l’OPNM, pur non gradendo il modo di fare, decidono di pagare, a differenza di tutti gli altri condomini che dicono “Fuck. Se vuoi i soldi almeno ti fai vedere”.

Antefatto n. 3: Ieri la Mukka apre la cassetta della posta e ci trova dentro una bella letterina di sollecito di pagamento.

L’ha voluto lei…

“La presente, in risposta alla Vs. lettera di sollecito, per ricordarVi che, pur non ritenendo opportuna una richiesta del genere senza nemmeno aver avuto il piacere di fare la reciproca conoscenza, siamo stati i primi (e a quanto mi è dato sapere gli UNICI, fino a poco tempo fa) ad aver provveduto al saldo della rata. Saldo effettuato, come potrete certamente verificare dal Vs. E.C., in data 14/12/2011.
Vi pregherei, pertanto, di effettuare i dovuti accertamenti prima di inviare le Vs. comunicazioni.

Colgo l’occasione per sollecitare a mia volta l’organizzazione della prima riunione di condominio che, mi era stato garantito telefonicamente dalla Sua collaboratrice, sarebbe stata programmata se non prima delle festività natalizie, sicuramente subito dopo.

Le comunico, inoltre, che i nominativi sulle caselle della posta sono, a tutt’oggi, mancanti. Benchè mi abbiate inviato un foglio con alcuni nominativi, mi è stato impossibile provvedere all’inserimento in quanto, non solo le etichette non erano del giusto formato (avrei dovuto misurare e ritagliare ogni etichetta, visto che erano su un foglio A4) ma, fatta eccezione per gli appartamenti già occupati, dei quali ovviamente sono a conoscenza, riportavano nomi di condomini a me sconosciuti e senza il rifermento del numero di appartamento relativo.

Certa di un Vs. pronto riscontro colgo l’occasione per porgere cordiali saluti.”

Ecchemminchia!

FORSE NON CI SIAMO CAPITI…

Egr. Dio Della Neve,

la mia letterina mi sembrava chiara… ergo… vuole cortesemente spiegarmi percheccazzzo i miei siti meteo oggi, anzichè i fiocchini di neve per domenica e lunedì, mi danno nemmeno coperto no. Mi danno sole. Porcammerda.

Quale parte della frase VOGLIO LA NEVE non era chiara?

Attendo riscontro.

Cordiali – ma neanche tanto – saluti.

Mukka

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: