Home > muggito di estrema felicità, mukkavacanze, omino proprio niente male > DEL RESTO DELLE VACANZE DELLA CAROTA CHE NON VI HA MAI RACCONTATO ANCHE SE VE L’AVEVA PROMESSO

DEL RESTO DELLE VACANZE DELLA CAROTA CHE NON VI HA MAI RACCONTATO ANCHE SE VE L’AVEVA PROMESSO

+ un riassunto degli ultimi avvenimenti, così ci rimettiamo in pari e siamo tutt’apposto a ferragosto!
Siamo rimasti alla Carota che, tornata dopo un estenuante viaggio di millemilioni di ore dalla Sicilia alla madrepatria nebbiosa, come primo pensiero ha acceso il suo fido portatile per cercare un treno per la toscana.
Il fattore scatenante erano i 4 giorni di ferie che ancora a veva prima del ritorno al suo grigio posto di lavoro. Giorni che, manco ammazzata, voleva passare a casa. Il fattore scatenante n. 2 è che avrebbe gradito passare i restanti giorni di vacanza con l’omino con il quale stava uscendo, in quel momento disperso da qualche parte in Italia.
Dopo un breve disguido telefonico con l’omino in questione, conclusosi con un “Fai quel cazzo che vuoi io mi organizzo per gli affari miei, se vuoi raggiungermi bene, altrimenti bene uguale!”, la Carota ha alzato il telefono chiamando AmicaHelloMotoPitty proponendo una trasferta toscana. Manco da dire che il prezzo per una camera doppia, che tanto comunque non era disponibile in nessun posto, si aggirava più o meno intorno al reddito medio annuo del Sig. Tom Ford. Distrutta e disperata, decide di rinunciare ai suoi propositi mini-vacanziferi e si mette a disfare la valigia.
Quando riceve una telefonata.
Il tono della telefonata era + o meno: “Oh, trovato niente? Perchè posso sentire se P. (amico del telefonatore che io avevo visto una volta) ha posto a casa sua se vuoi…”
C: No, nada, ma lascia stare. Posso mica andare da P. da sola. Che presa male….
T: Macchè da sola. Con me!
C:  (nella mia mente, sia ben chiaro, il pensiero è stato: “No fammi capire, ieri boh, non so che faccio, non so dove sono, vediamo… Oggi mi dici andiamo via io e te come se fosse la cosa + scontata del mondo?!?!!?!?!!?) Ah. Ah, ok, senti P. allora…
Risultato, la mattina dopo la Carota (zerbina, si lo so) era su un trenino alla volta di Massa Carrara, dove ha passato 4 giorni bellerrimi e dove si è divertita quasi di + che in 2 settimane in Sicilia.
La situazione “precaria” con l’omino però non era variata. I dubbi che la Carota aveva prima di partire erano, se possibile, aumentati.
Dopo una settimana di rodimenti, complice anche una chiaccherata con la PiGna, la Carota decide di prendere l’omino in questione e dargli un out-out.
L’ha preso, gli ha detto tutto quello che pensava, così come lo aveva detto la sera prima alla PiGna, senza fronzoli, giri di parole, messaggi subliminali…
Gli ha detto se mi vuoi sono qui, se non mi vuoi va bene uguale, ma il limbo mi rode. Quindi o tutto o niente.
Eh si, ehm… insomma… l’omino ha detto “TUTTO”. E ora la Carota è felice!
Finalmente!
Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: